Madre terra è stanca.pdf

Madre terra è stanca PDF

Emilio C. Viano, Marco Monzani

È possibile “condividere” la ricchezza? Minerali, petrolio, legname, medicine e, ora, anche la ricchezza genetica sono risorse che svolgono un ruolo importante nello sviluppo dell’uomo, ma sono anche fonte di conflitti, controversie e violazioni dei secolari diritti delle popolazioni indigene. La crescente coscienza del fatto che le ricchezze della Terra sono limitate e la concorrenza imposta dalla globalizzazione ha spinto Stati e multinazionali a cercare nuove fonti di ricchezza in luoghi mai raggiunti prima dall’uomo. Questo saggio di criminologia critica, attraverso un approccio di tipo vittimologico, affronta il tema dello sfruttamento delle risorse naturali sottolineando che esso non è un fenomeno nuovo ma è piuttosto una situazione cronica che i popoli indigeni hanno subìto nel corso dei secoli e che stanno ancora subendo, nonostante i numerosi trattati, leggi e pronunciamenti per la protezione dei diritti umani. L’ opera esamina il ruolo che gli Stati, le multinazionali e le istituzioni finanziarie italiane e internazionali giocano in questo scontro per l’accaparramento delle risorse.Vengono esaminati criticamente, inoltre, le politiche e gli sforzi della comunità internazionale per far riconoscere e rispettare i diritti dei popoli nativi, mettendo in luce come tali misure non affrontino realmente le questioni chiave e come sia necessario intraprendere uno sforzo per cambiare realmente la dinamica di potere, dominio e sfruttamento delle ricchezze della Terra.IndiceParte I. L’ umanità vittima dei crimini ambientali1. Vittimologia del reato ambientale2. Consapevolezza del danno e consapevolezza del reato: il ruolo dei mass media3. Le cause di morte4. Reato ambientale e tutela giuridica5. Sviluppo sostenibile, ecomafie e reati ambientali6. Reati ambientali e giustizia riparativa7. Una sentenza destinata a fare storiaConclusioniDue eloquenti biografieRiferimenti bibliograficiParte II. Il furto e la maledizione delle risorse naturali: possono esistere giustizia, equità e diritti umani nella condivisione delle risorse naturali?1. Ricchezze, sfruttamento ed espropriazione2. Risorse naturali e identità3. Le multinazionali e la maledizione delle risorse4. Progresso e istituzioni finanziarieConclusioniRiferimenti bibliograficiSitografiaNota sugli AutoriEmilio C. Viano. Giurista e criminologo, ha conseguito diverse lauree in Diritto nel Regno Unito e negli Stati Uniti e un dottorato di ricerca presso la New York University. È stato professore presso varie università di tutto il mondo e all’Istituto Max Planck di Friburgo. Attualmente è Presidente della Società Internazionale di Criminologia. Ha ricevuto vari riconoscimenti internazionali tra cui, nel 2012, il Premio “Hans Von Hentig”, il più alto riconoscimento della Società Mondiale di Vittimologia. Marco Monzani. Giurista e criminologo, è Direttore del Master universitario in Criminologia, Psicologia investigativa e psicopedagogia forense dell’Università IUSVE di Venezia, dove è anche Direttore del Centro Universitario di Studi e Ricerche in Scienze Criminologiche e Vittimologia (SCRIVI). Nella stessa università è professore di Psicologia giuridica, Criminologia e Psicologia investigativa presso il Dipartimento di Psicologia. È autore di numerose monografie e articoli scientifici in ambito criminologico, psico-giuridico e vittimologico, anche pubblicati su riviste internazionali.

Il grembo di Madre Terra, Roma. 1K likes. Condivisione di ... Il Reiki è un antico metodo giapponese per trovare pace interiore e benessere psicofisico. E' una ... 22 apr 2011 ... La Terra è sempre stata vista sin dall'antichità come una Madre, una Dea nel cui grembo nasce la Vita per farla poi crescere e morire e poi ...

8.27 MB Taille du fichier
8862925514 ISBN
Madre terra è stanca.pdf

Technik

PC et Mac

Lisez l'eBook immédiatement après l'avoir téléchargé via "Lire maintenant" dans votre navigateur ou avec le logiciel de lecture gratuit Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Pour tablettes et smartphones: notre application de lecture tolino gratuite

eBook Reader

Téléchargez l'eBook directement sur le lecteur dans la boutique www.itcmc-gentili.it ou transférez-le avec le logiciel gratuit Sony READER FOR PC / Mac ou Adobe Digital Editions.

Reader

Après la synchronisation automatique, ouvrez le livre électronique sur le lecteur ou transférez-le manuellement sur votre appareil tolino à l'aide du logiciel gratuit Adobe Digital Editions.

Notes actuelles

avatar
Sofya Voigtuh

“Se tanto fanno le madri sulla terra, figuratevi che cosa ci possiamo attendere da Maria nostra Madre” (Amici di Dio, 280) “Nel Santo Rosario, l’anima non si stanca di ripetere le stesse cose, come non se ne stancano gli innamorati” (È Gesù che passa, 142)

avatar
Mattio Müllers

La parola terra deriva dal latino, che a sua volta deriva da una radice linguistica indoeuropea, col significato di "parte secca", opposta alla parte acquea che caratterizza per buona parte la Terra. Per scoprire di più sul nostro pianeta ti invitiamo a consultare la vasta antologia di frasi, aforismi e citazioni sulla terra che abbiamo selezionato per te.

avatar
Noels Schulzen

24 mag 2015 ... La terra dei poveri del Sud è ricca e poco inquinata, ma l'accesso ... sta covando gli uccellini o le uova, non prenderai la madre che è con i figli» (Dt 22,4.6). ... Egli non si affatica né si stanca, la sua intelligenza è inscrutabile. Esperienze di una Strega sul Sentiero di Madre Terra. ... Questo articolo è parte di una serie di scritti pensati per aiutarti a creare il. ... in questi giorni un periodo di tristezza, rancore, frustrazione, sei stanca e non riesci a riprendere energie?

avatar
Jason Leghmann

02/08/2018 · Madre Terra NULLA ACCADE PER CASO. Monique Mathieu. Ondate profonde evolutive. A volte avete voglia di resistere a questo vortice perché vi stanca, perché confonde ciò che siete; stravolge il vostro equilibrio, stravolge anche il vostro modo di apprendere la vita.

avatar
Jessica Kolhmann

Mi chiamavano “Madre Terra” da dove scaturiva tutta la vita, nessuno mi chiedeva di più di quel che offrivo. Mi si curava e mi si rispettava. Furono tempi felici, fertili.… I campi pieni di fiori e gli alberi non si stancavano di regalare i suoi frutti. Oggi mi sento stanca e malata. E’ arrivata fino a me quella malattia